14/06/2016

Soluzioni PON: scegli la Tua

Synergie ha ipotizzato 8 possibili configurazioni di Ambienti Multimediali che possono essere adattate in base alle specifiche esigenze delle Istituzioni Scolastiche.

Nello specifico abbiamo:

  • #LimInClasse
  • #Cl@sse Collaborativa
  • #HomeSchool
  • #ScienzaInClasse
  • #CheapAndPortableInteractivity
  • #EasyAndPortableInteractivity
  • #NoPcNoStress
  • #NoLimIt

Praticamente in tutte le soluzioni, si è pensato di dotare il docente di un TabletBook (ibrido) e non di un banale notebook perché in questo modo si riesce a mantenere la fruibilità di un notebook – con sistema operativo Windows e tastiera QUERTY – ma la praticità e comodità di un tablet che è touchscreen e che permette di spostarsi tra i banchi degli studenti (aggiungendo una Mirroring Box Elmo).

Gli Ambienti Multimediali sono pensati per lo più con una classica LIM con un proiettore che sia:

  • ultra corto, per eliminare le fastidiose ombre sulla proiezione e rendere più pulita la lezione
  • a tecnologia LaserLed, per rispondere alle richieste ministeriale inerenti il concetto di eco sostenibilità perché infatti questo tipo di proiettore è l’unico a poter garantire quanto richiesto nella circolare ministeriale ossia:
  1. a basso consumo energetico
  2. con pochi ricambi da sostituire (totale assenza di lampada)
  3. assenza totale di mercurio

Come alternativa al kit LIM abbiamo individuato anche soluzioni con:

  • solo proiettore portatile e leggero, come il Casio XJ-V1
  • solo monitor multi touch screen, come Hitachi 65′
  • solo un proiettore interattivo, come Hitachi CP-TW2503

Fondamentali per la didattica inclusiva sono la document camera per utilizzare oltre che creare materiale di studio personalizzato e la mirroring box per poter gestire i contenuti da remoto tramite tablet docente.

Se hai dubbi scrivi a pon.fesr@synergie.it