06/02/2020

La robotica educativa | Synergie

Articolo scritto per noi dopo il test di prodotto effettuato dalla prof.ssa Jessica Redighieri – qui un video!

Quando mi è stato chiesto di testare e di raccontare gli EZ-Robot ero un po’ scettica. Negli anni ho provato e utilizzato tanti strumenti di robotica educativa e pensavo che ormai non potessero più esserci proposte originali che si allontanino dal già visto e che siano interessanti per il lavoro in classe. Ho accettato ugualmente la proposta per curiosità e dopo averli studiati a fondo non posso che essere entusiasta di parlare di questi robot, davvero interessanti.

Alla scoperta dei robot per la scuola

Iniziamo l’avventura con una panoramica che ti aiuterà a scoprire tutte le particolarità di questi robot per la scuola, assemblabili e programmabili. Gli EZ-Robot sono una vera e propria famiglia composta da l’automa JD, il rover Roli, il piccolo Adventure bot e il multi-zampe Hexapod. Ognuno di loro  ha le proprie peculiarità ma le loro caratteristiche comuni li rendono tutti ben utilizzabili dalla scuola primaria alla secondaria, fino all’università e oltre.

Solitamente quando testo dei robot per la scuola il primo aspetto che noto è la qualità dei materiali. Se decidiamo di utilizzare strumenti assemblabili in classe, dobbiamo essere sicuri che non si rompano dopo pochi montaggi. Ti assicuro che ho messo a dura prova gli EZ-Robot ma motori, sensori, cavetti e pezzi di plastica non hanno mostrato il minimo segno di usura, sono ancora perfetti come quando ho aperto i kit.

Il sistema di montaggio dei robot EZ si chiama Clip’ n’ Play perché i pezzetti, chiamati EZ-bits, si incastrano e poi si inizia subito a giocare. Nei kit dei diversi robot per la scuola troviamo tutti i componenti che ci serviranno per realizzare quella precisa versione seguendo le istruzioni di costruzione ma ovviamente, se vogliamo essere più creativi, possiamo assemblarli come preferiamo sfruttando questo sistema di montaggio semplicissimo.

Ma non è finita qui, perché oltre agli EZ-bits che troviamo nel kit possiamo acquistarli anche singolarmente per aggiungere motori, sensori e attuatori, dando vita ad  un nostro robot totalmente nuovo. Inoltre, come se non bastasse, questi pezzetti possono anche essere disegnati e stampati in 3D per portare la creatività e il concetto di robotica didattica ai massimi livelli.

La robotica educativa nella scuola primaria

Oltre alla qualità dei materiali e alla facilità di montaggio, l’aspetto che rende estremamente trasversali gli EZ-robot è la programmazione. Gli EZ-Robot sono programmabili sia da pc che da dispositivo mobile e sia dal software EZ-Builder, sia dall’app EZ-Builder troviamo 4 modalità di controllo e programmazione che ci permettono di proporre questi strumenti ai bambini più piccoli ma anche ai ragazzi più grandi. Sfruttando le diverse modalità di programmazione gli EZ-Robot potranno seguire la crescita e lo sviluppo delle competenze dei nostri alunni e sarà possibile portare la robotica educativa anche nella scuola primaria.

La prima modalità di comando degli EZ-Robot è il Controller. Attraverso una consolle virtuale possiamo far muovere i robot attivando e spegnendo i motori oppure facendo eseguire azioni già impostate. Questa modalità si avvicina molto al gioco e può essere utile per chi inizia a scoprire la robotica a scuola e vuole imparare divertendosi.

La seconda modalità di programmazione è RoboScratch che permette di programmare gli EZ-Robot creando una sequenza di azioni personalizzabili. Sarà semplicissimo collegare tra di loro i diversi blocchetti e inviare la nostra programmazione al robot attraverso il wifi.

Per fare un passo ulteriore ed aumentare le possibilità di creazione è disponibile anche la terza modalità di programmazione cioè Blockly. Molto simile a Scratch e a MIT App Inventor, Blockly mostra tutti i comandi di programmazione a blocchi sotto forma di pezzi di puzzle da incastrare tra di loro per inserire sequenze ma anche cicli, condizioni, variabili e funzioni.

Infine per gli alunni che vogliono cimentarsi con prove più difficili, all’interno di EZ-Builder troviamo anche EZ-Script, l’ambiente di programmazione testuale che permette la massima libertà di espressione attraverso il coding.

Le diverse possibilità di assemblaggio e programmazione fanno sì che gli EZ-Robot siano dei perfetti compagni di viaggio per i nostri alunni se vogliamo far crescere le loro competenze attraverso la scoperta del coding e della robotica educativa nella scuola primaria.

Continua a seguire il blog di Synergie per nuovi articoli con spunti utili e concreti per l’utilizzo della robotica a scuola. Solo  integrandoli nelle tue attività didattiche, potrai toccare con mano la loro versatilità e flessibilità.